martedì 1 marzo 2011

...me and Mr Smith

.
La mia avventura di lettore è una storia iniziata tanti anni fa e da quel giorno ad oggi di pagine ne sono passate parecchie. Ci sono pagine che più di altre mi sono rimaste impresse.
Fino a "quella volta" non mi era mai capitato di iniziare un libro e di riuscire a staccarmene soltanto ben oltre la pagina n. 100. Si, proprio io, che fino ad allora avevo letto ben pochi libri che non fossero i testi scolastici.
Fui lettearlmente rapito dalle avventure di Nicholas Berg a bordo del suo Warlok, e dopo questo romanzo, negli anni, ho collezionato quasi tutta la produzione letteraria di Wilbur Smith. Non mi bastava leggere quelle pagine, sentivo il bisogno di possederle.
Venne quindi  la saga dei Courteney, e poi quella dei Ballantyne, nella magia dell'Africa, dei suoi popoli e della sua storia. E poi tutte le altre storie scritte da questo "story teller" che ha venduto oltre 150.000.000 di copie nel mondo di cui almeno 20.000.000 proprio in Italia.
Mai avrei immaginato che quella mia copia in edizione economica di "Come il mare" (che lessi la prima volta più di un quarto di secolo fa!), potesse un giorno ritrovarsi tra le mani del suo autore, piacevolmente stupito dal fatto di vedersi offerire all'autografo questo vecchio libro. I tempi ristretti dalla liturgia di una presentazione riservata a pochi fortunati non gli hanno impedito di scambiare con me qualche battuta su questo vecchio libro, il suo primo grande successo, che ha rappresentato qualcosa di importante anche per lui. L'unico rammarico è di non aver avuto la possibilità di fissare in una foto questo incontro.

Nessun commento:

Posta un commento